lunedì 29 dicembre 2014

Cupola intrecciata...di Sara Papa

Il periodo natalizio si sa è dei biscotti e dei lievitati...e la regina dei lievitati è Sara Papa! Non avendo ancora il coraggio di cimentarmi in panettoni e pandori (non sopporterei il fallimento ahahah) mi sono andata a "spulciare" tutti i librettini e i dvd della collana di Sara (sì Sara....come se fosse amica mia ormai!) e ho optato per questa bellissima Cupola intrecciata al latte per niente difficile da preparare ma con la particolarità dell'intreccio che aggiunge un pò di curiosità alla preparazione!
La ricetta originale prevede il lievito madre ma non avendolo ho utilizzato il lievito di birra liofilizzato (ne bastono solo 2 grammi per questo bel risultato!)

Ingredienti per la BIGA

180 gr di farina forte (Manitoba)
150 gr di latte
2 gr di lievito di birra liofilizzato (o 100 gr di lievito madre)

Per l'IMPASTO

Biga
500 gr di farina 00
85 gr di latte
50 gr di miele (io millefiori)
80 gr di tuorli (circa 4)
100 gr di uova (circa 2)
70 gr di burro morbido
10 gr di sale
200 gr di frutta candita mista (io arancia, zucca e cedro)

Per rifinire
1 tuorlo
un pò di latte
granella di zucchero




La sera prima preparate la biga impastando la farina forte con il lievito e il latte tiepido fino ad ottenere un impasto omogeneo. Riponete l'impasto in una ciotola, coprite con pellicola e lasciate riposare a temperatura ambiente per tutta la notte (il volume dell'impasto dovrà essere raddoppiato).
La mattina dopo preparate l'impasto impastando la biga con il latte, il miele, le uova, i tuorli, il burro, il sale la frutta candita tagliata a cubetti. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Lasciatelo riposare coperto con un panno o con la pellicola fino al raddoppio del volume (circa un paio d'ore...dipende anche dalla temperatura dell'ambiente ovviamente).
Adesso fate l'intreccio: Prendete l'impasto e dividetelo in 6 parti uguali (magari aiutandovi pesando ogni pezzo) e create 6 filoncini  della stessa lunghezze e più sottili alle estremità. Disponete 3 filoncini orizzontalmente e gli altri verticalmente e create una griglia (purtroppo mi sono dimenticata di fare le foto di tutti i passaggi ma su internet si trovano facilmente).Afferrate le estremità libere dei filoncini e formate delle trecce. Ripiegate le trecce verso l'interno e rigirate l'impasto che andrete a disporre in una tortiera a cerniera ricoperta con carta forno.




Fate ancora lievitare per circa 1 ora -1 ora e mezza. Spennellate con il tuorlo diluito con il latte, cospargete con la granella di zucchero e infornate a 180° (forno statico) per circa 45-50 minuti.
Se volete, una volta cotta la brioche, potete ancora lucidarla con del miele.



OSSERVAZIONI: 
-La brioche tende a scurirsi subito in superficie quindi a metà cottura vi consiglio di coprirla con un foglio di alluminio per evitare che si scurisca ulteriormente.
-Essendo dolcificata solo dal miele, la brioche può essere definita "semidolce" quindi perfetta per essere accompagnata da un pò di buona marmellata.
-L'ingrediente fondamentale di questa brioche sono i canditi per questo vi consiglio vivamente di evitare quelli un pò rinseccoliti del supermercato ma di prenderli in delle gastronomie o torrefazioni (a Roma io li ho presi da Castroni), il risultato sarà completamente diverso, i canditi di qualità hanno un profumo e una morbidezza unici.



2 commenti:

  1. è molto bella, non l'h mai vista intrecciata, perciò hai stupito anche me!tanti auguri cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!Tantissimi auguri anche a te!
      Un bacione

      Elimina